L’Oroscopo di Mario

L’Oroscopo di Mario

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARIETE (21 marzo – 20 aprile) – È un momento parecchio sconcrusionato e deprimente, con dimorte palle mosce per l’òmini e tanta topa diaccia per le donne. Andrà un po’ meglio sortanto per quelli mezzi e mezzi,né òmini e né donne, che loro magari ‘r culo ce l’hanno sempre in tiro e quarche affare ni riesce rimediallo sempre.

TORO (21 aprile – 21 maggio) – Probremi di pancia. Un po’ ‘r vostro sviscerato amore per le pentole di fagioli, un po’ tutto quer kèbabbe che v’è rimasto di traverzo, fattostà che ciavete l’intestino bello gonfio. Cercate pertanto di caminà a buostrinto evitando que’ tipici rumori che sarà ‘nutile cercà di coprì co’  soliti corpetti di tosse, perché tanto si capirà uguale che state per caàvvi addosso.

GEMELLI (22 maggio – 21 giugno) – Durante una gita ‘n montagna conoscerete una graziosa  mucca che vi dirrà d’esse’ svizzera. ‘Un vi fidate! Oramai anche le mucche hanno ‘mparato a ’nventà le peggio ‘ose pur di fassi strizzà le puppe. Alle donne ‘nvece ni potrà capità di ‘onosce’ quarche toro, ma a lui le puppe ‘un niele strizzate, si potrebbe ‘mmaginà chissaccosa!

CANCRO (22 giugno – 22 luglio) – A tutti i nati der Cancro le stelle ni ‘onzigliano di rinforzà i legami familiari. Legate perrtanto più forte vostra moglie per ‘un falla più corre’ a ritrombà cor ganzo, rinforzate decisamente i nodi a’ vostri figlioli per ‘un falli più andà a gioà d’azzardo e buassi, ficcate forte ‘r tappo ‘nculo alla vostra gatta che v’ha già riempito la ‘asa di micini, e stringetevi benebene la fune anche voi ar collo pe’ llevavvi finarmente di ‘ulo senzà più sbaglià.

LEONE (23 luglio – 22 agosto) – Un lungo periodo di lontananza dalla famiglia v’ha fatto finarmente respirà un’aria differente. Ora però è l’ora di ritornà a casa, anche perché ‘r gabinetto l’hanno finarmente riparato e ‘un c’è più nessuno che càa per la terra.

VERGINE (23 agosto – 22 settembre) – I vergognosi disservizzi ospidalieri, che la pubbria voce definisce “malasanità”, lasceranno ‘r segno anche su di voi. Entrerete difatti vergini all’ospidale, e ci sortirete che v’avranno rotto tutto. E quarchevvorta senza nemmeno addormentavvi prima, que’ troiai!

BILANCIA (23 settembre – 22 ottobre) – Voi la dovete smette’ di penzà sempre alle malattie veneree! Vabbene che fra le gambe vi c’è venuta una colonia d’animaletti strani e ciavete la pelle tutta piena di zampine nere, ma questo pol’anche signifià che alle bestioline ni piacete per ir vostro tìpio tanfo di pelle tutta sudaticcia.

SCORPIONE (23 ottobre – 22 novembre) – Grazie ar provvidenziale appoggio d’Urano e di Nettuno riuscirete a ‘un cascà per la terra quando scivolerete su ‘na merda  di ‘ane troppo sciorta. Ma ‘un ci contate sempre sull’appoggio de’ pianeti. Magari quest’artra vorta ‘r cane la farà più dura, e ‘nvece di scivolà c’intrampolerete andando di fittone.

SAGITTARIO (23 novembre – 21 dicembre) – Un incessante transito astrale ner vostro cielo ‘un vi farà chiude’ occhio per tutta la nottata. E quando v’arzerete tutti ‘nzonnoliti per sortì di ‘asa, vi ritroverete nell’incessante traffio di camio e di macchine per la strada. E ner mentre doventerà ‘ncessante anche ‘r vostro giramento di ‘oglioni, conzolatevi cor penzà che tanto prima o poi devano andà tutti a morì ammazzati.

CAPRICORNO (22 dicembre – 20 gennaio) – La collaborazione co’ ’na perzona ritenuta da voi dimorto fidata resurterà ‘na bella fregatura, speciarmente ner settore perdidietro, ‘ndove vi ritroverete cor un forte bruciaùlo, tìpio delle cràssie ‘nculate da fiducia senza vasellina.

ACQUARIO (21 gennio – 18 febbraio) – Avrete finarmente l’occasione di scambià parecchie opinioni ‘nteressanti co’ ‘na persona che vi starà a sentì senza mette’ bocca, e ci ragionerete a lungo. E quando finarmente vi sarete sfogati, riordatevi che a ‘na cert’ora ‘r cimitero chiude, sennò ci rimanete dentro.

PESCI (19 febbraio – 20 marzo) – È ‘r momento di piglià quarche iniziativa davvero originale. Se siete òmini provate presempio a favvi venì le mestruazioni, e se siete donne cercate di favvi arrizzà l’uccello. Magari ‘un ci riuscirete, ma armeno vi sarete resi la vita un po’ movimentata. 


Le Locandine