Finarmente!

UNA BANCA PER IR POPOLO!

Ci si deposita mogli e figliole
e poi si piglia l’interessi!
Li scapoli ci possano versà
direttamente ‘r culo!

UNA BANCA PER IR POPOLO!

di Mario Cardinali
Appena ha saputo della nova banca per ir popolo, c’è andato di volata!
– Sa – n’ha fatto ar direttore che l’ha ricevuto tutto gentile – io sono un impiegato comunale…
– Ah, allora lavora pòo!
– Sì, ma piglio anche di meno… E siccome volevo un mutuo per la ‘asa…
– Ma lei è sposato?
– Sì, e ciò anche du’ figlioli, maschio e femmina!
– No, ‘r maschio ‘un c’interessa! La bimba ‘nvece sì! È maggiorenne?
– Diciott’anni appena fatti! Però è già stata Misse!
– Meglio! E la su’ moglie è bona?…

(Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola, oppure  acquistalo scaricando la App gratuita del Vernacoliere dall’App Store per iOS, o da Google Play per Android).


Le Locandine