L'editoriale - Senza peli sulla lingua

SATIRICAMENTE PARLANDO

SATIRICAMENTE PARLANDO

di Mario Cardinali

Ma si può fare satira sulle sciagure? E sui morti, addirittura? E ci sono  limiti alla satira?
Un antico tormentone che mi son sentito riproporre più volte da giornali, televisioni e siti web, sull’onda delle tante reazioni alla vignetta di Charlie Hebdo sulle vittime del terremoto d’agosto raffigurate come specialità di pasta al sugo all’italiana.
Dice sai, il Vernacoliere è l’unico periodico di satira rimasto in Italia, sentiamo come la vede lui, questa faccenda che ha fatto girare i coglioni a parecchia gente, in particolare al sindaco d’Amatrice che ha querelato il settimanale francese per diffamazione aggravata.
Mah. Per me – che tra l’altro non condivido quella querela – s’è fatto più casino di quanto meritava la vignetta. Che poi m’è parsa più che altro uno sbeffeggiamento dei soliti italiani maccaroni…

(Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola, oppure  acquistalo scaricando la App gratuita del Vernacoliere dall’App Store per iOS, o da Google Play per Android)


Le Locandine