CONDONO FISCALE - Primi intoppi

OFFRE LA SOCERA ALL’AGENZIA DELL’ENTRATE

ma loro 'un la vogliano trombà!

OFFRE LA SOCERA <br/>ALL’AGENZIA DELL’ENTRATE

CONDONO FISCALE – Primi intoppi
OFFRE LA SOCERA
ALL’AGENZIA DELL’ENTRATE
ma loro ‘un la vogliano trombà!

di Mario Cardinali
Appena saputo della pace fiscale, un omo è corso di volata all’Agenzia dell’Entrate.
– Bongiorno… È qui che si fa la pace?
– Mah, dipende! Se ‘un cià ‘na bombammano ‘n tasca…
– No no, io son venuto per la mi’ socera!
– Ah, è lei che vole la pace?
– Sì, eterna… No, ir fatto è che io vi dovrei da’ dumila euri d’arretrati ma ciò ‘na miseria scianguino, a casa mia se si desina ‘un si cena!
– Eh, fa bono alla salute, sta’ leggeri…
– ‘Sa fa, piglia ‘n giro?! Assai ci levate ‘r sangue, ci volete levà anche di rispetto?!
– ‘Un la faccia tanto palloccolosa, vell’omo! Ma lei cosa vole?!
– Dé, v’avevo portato la mi’ socera per fa’ pari…

(Leggi tutto sul Vernacoliere in edicola, oppure acquistalo scaricando la App gratuita del Vernacoliere dall’App Store per iOS, o da Google Play per Android).


Le Locandine