Leggi elettorali
Dopo Mattarellum, Porcellum e Consultellum, ecco

L’INCULATELLUM

Che ‘un è propio una legge elettorale,
ma ‘nculo alla gente
ni ce lo mette uguale!

L’INCULATELLUM

di Mario Cardinali
Lipperlì c’era i Cinquestelle a stintignà, ma quando poi n’hanno assiurato che coll’Inculatellum l’elettori vedranno di siuro le stelle, e anche più di cinque, allora si son convinti anche loro.
E così, se finora c’è stato prima ‘r Mattarellum, poi ‘r Porcellum e alla fine ‘r Consurtellum, vedrai ora son tutti d’accordo propio per l’Inculatellum, che legge elettorale vera e propia ‘un è, ma di siùro i cittadini lo piglieranno ‘nculo uguale!
Perché ‘r probrema è tutto lì, nella posizzione dell’elettori ar momento di votà! Posizzione oggigiorno doventata anche più ‘mportante di prima, ora che cor No ar referèndu costituzzionale Renzi ha dovuto fa’ fagotto e c’è ‘r governo Gentiloni che ortre a fraassà i coglioni ci deve anche rimandà tutti all’urne per decide’ perappunto la nostra posizzione.
Che risarà un’artra vorta la cràssia posizzione a buoritto, lì ‘un ci piove, ma no però per esse’  rinculati a sciacquabudella come finora è sempre stato, senza arcun riguardo per chi presempio cià le moroidi ‘nfiammate.
L’Inculatellum assiurerà ‘nvece de’ rinculamenti finarmente attenti alle situazzioni personali perdisotto, introducendo per onni elettore un sistema proporzionale….

(Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola, oppure  acquistalo scaricando la App gratuita del Vernacoliere dall’App Store per iOS, o da Google Play per Android).


Le Locandine