Fabio Pecorari

Fabio Pecorari

Praticante in uno studio legale per hobby, vignettista per necessità, Fabio Pecorari (Fifo all’anagrafe, noto anche nella scena underground come Cane Pazzo Pecorari) trova da qualche tempo, con una regolarità di cui l’autore stesso è tutt’ora sorpreso, ospitalità tra le pagine del Vernacoliere.

Poche le informazioni disponibili sul suo conto.
Classe 1981, residente -suo malgrado- nel capoluogo meneghino, rivendica con orgoglio le sue origini lombardo-veneto-emiliane, che più volte gli hanno valso il titolo di “bastardo”.
Ha un blog che (dice lui) aggiorna quotidianamente (www.votafifo.blogspot.com) e non ha mai vinto nessun premio, fatto salvo un piumone ad una tombola estiva presso la Festa dell’Unità di Castelmassa (RO).

Crede nella politica quale parodia della satira e nelle ferie quale fine delle sofferenze umane.

Prima di scrivere questo profilo non gli era mai capitato di parlare di sè in terza persona.


Newer Post

Le Locandine